ricerca, sperimentazione animale, Uncategorized, vivisezione

Sperimentazione animale: un minuto di assurdità scientifiche

146911539In rete e sulle radio spopola lo spot della campagna “Stop Vivisection”. Ultimo in ordine di tempo a sostenerla è Beppe Grillo dalle pagine del suo celebre blog. Con un breve video di un minuto l’utente è spinto a firmare per porre fine alla barbarie. Purtroppo però, tutto quello che viene sostenuto dal punto di vista scientifico, non corrisponde alla verità. Vediamo perché:

Minuto 00:06

Un non meglio precisato signore dichiara che la sperimentazione animale è inaffidabile

Mi chiedo: perché? I dati mi sembra che parlino chiaro. L’aspettativa di vita media è aumentata sensibilmente, disponiamo di farmaci sempre più mirati, i trapianti d’organo non sono mai stati così sicuri, abbiamo eradicato definitivamente molte malattie. Tutto ciò è stato possibile passando per la sperimentazione animale. O vivo io su un altro pianeta?

Minuto 00:10

Un giovane studente universitario dichiara che i test che non prevedono l’utilizzo di animali danno risposte più rapide ed esaurienti

Mi chiedo: quali sono i test alternativi? Per amore della verità posso dirvi che esistono in campo farmacologico. Sono ottimi per selezionare ed eliminare in partenza le molecole che presentano alti livelli di tossicità e che non avrebbe senso sperimentare sull’animale. Sono test, messi a punto dagli scienziati, proprio per sacrificare meno animali possibile.

Minuto 00:16

Una giovane sotto un albero dichiara che ogni specie da risposte diverse

Mi chiedo: la ragazza ha mai sentito parlare di patterns conservati? Uomini e topi condividono gli stessi processi metabolici di base e gli stessi “patterns” molecolari. Proteine complesse umane si sono dimostrate funzionanti anche in modelli apparentemente molto lontani da noi come il moscerino della frutta Drosophila melanogaster o il curioso pesce Zebrafish.

Minuto 00:20

Una mamma, spingendo la figlia sull’altalena, si dice contraria per tutelare la salute umana

Fatico a capire il senso della frase. Posso però dire che malattie come vaiolo e poliomielite sono quasi scomparse grazie alle vaccinazioni. Del legame tra vaccino e autismo non parlo: bufala ampiamente smascherata.

Se questo è il modo di fare informazione… C’era però da aspettarselo. Ricordate il deputato grillino che crede al chip impiantato sotto pelle per manipolare le menti? Ecco, ho detto tutto.

Annunci

3 thoughts on “Sperimentazione animale: un minuto di assurdità scientifiche”

  1. Se il modello animale fosse attendibile si passerebbe dalla sperimentazione alla commercializzazione diretta. Ogni progresso ottenuto dalla scienza medica è stato grazie alla fase clinica sull’uomo, purtroppo ritardata dalla fase pre-clinica su altre specie che hanno di fatto sprecato tempo, denaro, energie che avrebbero potuto essere dirette in favore di metodologie human-based.

    Dire che è grazie alla SA che viviamo più a lungo è come dire che è grazie alla coca-cola che beviamo acqua.

    1. Non capisco l’esempio sulla Coca Cola… probabilmente sono indietro io. Quando dice che “la fase clinica sull’uomo è purtroppo ritardata dalla fase pre-clinica su altre specie” io mi chiedo: chi sarebbe disposto a sottoporsi ad una terapia mai testata prima su un modello animale? Concludo con un’osservazione della realtà: guardi i bambini in questa gallery fotografica http://www.lastampa.it/2013/07/11/multimedia/scienza/terapia-genica-ecco-il-team-di-ricerca-AcNrm2G1ih9HOb6M48eIBO/pagina.html . Curati grazie alla terapia genica sperimentata prima sui topi, oggi sono completamente guariti.
      Cordialità

      1. Se io fossi malato di un male senza cure note, e ne volessi guarire, cosa dovrebbe trattenermi dal sottopormi a ricerca?
        Sapendo che nessun topo, nè scimpanzè, col quale condivido il 98,2% di geni, può replicare gli effetti del mio organismo, sapendo che oltre il 90% dei farmaci che superano test su animali sono rimandati indietro, ad inizio fase clinica, perchè inutili o addirittura pericolosi, perchè dovrei aspettare? Dovrei esimermi perchè la ricerca vuole capire dalla coca-cola se mi fa meglio l’acqua?

        Vantare di aver trovato un rimedio dopo anni di studi e sforzi e denaro speso per ricercare sui topi, dovrebbe essere da denuncia, a mio parere.

        Tant’è che grazie alla sperimentazione animale è enormemente progredita la veterinaria invece la medicina per l’uomo. Ma non c’è da stupirsi, solo una ricerca intraspecifica porta a risultati attendibili specie-specifici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...